Miscuglio di nubi

Quando due elettroni con carica negativa si avvicinano, il risultato è che si respingono. Come descrivere dunque il trasferimento della forza repulsiva da un elettrone all’altro ? Il fisico Harald Fritzsch dice: « un elettrone che si muove velocemente puo’ essere pensato come un oggetto massiccio carico circondato da una nube di fotoni che si sposta con l’elettrone nello spazio. I due elettroni volano l’uno accanto all’altro, le due nubi si mescolano». È come se ci fosse uno scambio di fotoni. «Poichè i fotoni trasportano energia ed impulso, vi è un cambiamento degli impulsi e quindi le direzioni dei due elettroni vengono interpretate come un atto di forza».

Quindi ci sono fotoni che agiscono come “portatori di forza” e trasmettono la forza repulsiva da un elettrone all'altro. Questi fotoni sono chiamati “fotoni virtuali”. Questi sono - secondo le leggi della meccanica quantistica - particelle prodotte nel vuoto che in qualsiasi momento possono crearsi e distruggersi senza influenze esterne, da soli. Il vuoto è pieno di tali fluttuazioni quantistiche, come dicono i fisici.