Katmandu chiama

Missione "Fisica delle particelle"

Nel ricco Occidente la ricerca e la didattica universitaria sono un'ovvietà: in questi paesi esiste un ampio spettro di istituti per tutte le possibili discipline del sapere. Invece, nei paesi in via di sviluppo l'istruzione rimane ancora spesso un bene che scarseggia. Ciò vale anche per la fisica delle particelle. I rappresentanti del Laboratorio europeo di fisica delle particelle (CERN) di Ginevra si sono mossi con un'iniziativa privata per diffondere anche in Nepal l'amore per questa disciplina fondamentale.

Abha Eli Phoboo.
Immagine: B. Vogel

La fisica delle particelle è materia dei ricercatori. Ma è anche necessario l'opera dei divulgatori che comunicano i risultati della ricerca a un ampio pubblico (compresi studenti e insegnanti) rendendoli comprensibili e pubblicizzandone l'utilità economica e sociale. È infatti nella scuola che si forma il serbatoio per le future generazioni di ricercatori. A quest'opera di divulgazione si dedica in modo particolare una rete di scienziati, esperti di didattica e di comunicazione pubblica della scienza: l'International Particle Physics Outreach Group (IPPOG).

La fisica delle particelle per i paesi in via di sviluppo

A metà maggio si è tenuto un meeting di tre giorni al DESY (Deutsches Elektronen-Synchrotron, in italiano "sincrotrone tedesco per elettroni"), il Centro nazionale tedesco di ricerche di fisica nucleare e subnucleare con sede a Zeuthen, presso Berlino, al quale hanno partecipato circa 30 membri del network internazionale IPPOG. Uno dei seminari ha trattato una domanda che potrebbe giungere inaspettata a prima vista: come fare per portare le Masterclasses su argomenti fondamentali della fisica delle particelle nei paesi in via di sviluppo? Le Masterclasses consentono ai profani di analizzare, con la guida degli scienziati, dati originali degli esperimenti di fisica delle particelle in modo tale da comprendere la ricerca su questa interessante materia. Nelle "International Masterclasses" organizzate ogni anno da IPPOG, 10.000 studenti in tutto il mondo diventano ricercatori di particelle per un giorno, in circa 190 università e istituti di ricerca di 41 paesi.

Le Masterclasses sono un mezzo importante per la promozione delle nuove leve della ricerca sulla fisica delle particelle. Un obiettivo non sempre ovunque facilmente raggiungibile, come illustrano le descrizioni di Abha Eli Phoboo, esperta di comunicazione, trent'anni, di origine nepalese, che ha preso parte al Workshop IPPOG a Zeuthen. "In Nepal, il mio paese di origine, esistono nove università. Di queste, solo poche hanno un dipartimento di scienze naturali con laboratori e attrezzature di ricerca. In queste università si insegna la fisica, ma si tratta per lo più di una fisica teorica, mentre viene attribuita poca importanza alla fisica delle particelle", spiega Abha Eli Phoboo.
Mediatrice tra due mondi
Phoboo conosce entrambi i mondi. Ha trascorso in Nepal i primi 22 anni della sua vita, lì ha frequentato le scuole, studiato letteratura inglese e lavorato sei anni come giornalista. Si è quindi trasferita negli Stati Uniti dove ha frequentato corsi di Creative Studies in Oklahoma e Massachusetts, ha sposato un fisico e ha iniziato a lavorare nel 2012 per il CERN. Oggi fa parte del team redazionale del CERN che si occupa del sito web dell'organizzazione, molto visitato. In modo particolare, scrive riguardo ad ATLAS, uno dei quattro grandi esperimenti progettati per l'acceleratore di particelle LHC. Segue quindi i progressi compiuti dalla ricerca di punta in una disciplina scientifica praticamente sconosciuta nel suo paese d'origine.
Conoscendo entrambi i mondi, Abha Eli Phoboo ha i requisiti per operare come mediatrice tra queste due realtà. Ed è esattamente ciò che ha fatto l'anno scorso, instaurando contatti con le università nepalesi. Nel dicembre 2013 si è quindi recata all'università di Katmandu, la capitale del Nepal che conta quasi un milione di abitanti, dove per la prima volta, insieme ad altri, ha tenuto delle Masterclasses in Nepal sulla fisica delle particelle. I partecipanti al corso erano 80 studenti dell'Università di Katmandu. "Il nostro evento ha suscitato un enorme interesse. I partecipanti avevano così tante domande che alla fine abbiamo quasi perso l'autobus", racconta divertita Abha Eli Phoboo.
Contrastare la fuga di cervelli
Come i loro colleghi in altri paesi del mondo, i partecipanti alle Masterclasses di Katmandu hanno ascoltato un'introduzione alla fisica delle particelle, hanno analizzato i dati dell'acceleratore di particelle LHC e infine hanno comunicato in videoconferenza con i ricercatori del CERN. "La comunicazione diretta ha dato ai partecipanti la possibilità di vedere un mondo della ricerca fisica nuovo per loro, che apre prospettive totalmente nuove", spiega Abha Eli Phoboo. L'Università di Katmandu dispone dei computer necessari per le analisi che vengono effettuate durante le Masterclasses. Ciò non significa tuttavia che anche l'infrastruttura di comunicazione sia sempre disponibile. "Purtroppo a Katmandu non c'è sempre l’energia elettrica", continua l'esperta in comunicazione scientifica del CERN.
Un soggiorno all'estero comporta costi inaccessibili per la maggior parte degli studenti nepalesi. E quelli che possono permettersi di andare all'estero di solito non tornano mai indietro al proprio paese, con le conseguenze negative che ciò comporta per lo sviluppo tecnologico del Nepal. Per questo motivo, l'obiettivo a lungo termine di Abha Eli Phoboo è istituire in Nepal un programma di dottorato di ricerca in fisica delle particelle, in modo tale da rendere questa nazione più attraente per gli scienziati. Le Masterclasses sono state un primo passo in questa direzione. Nel giugno 2014 seguirà un secondo passo, quando un insegnante di un villaggio nepalese entrerà nel programma di aggiornamento professionale del CERN per insegnanti.
La strada è lunga
"Sono consapevole del fatto che portare la fisica delle particelle in Nepal sarà un processo molto lungo", afferma Abha Eli Phoboo. "E che trascorrerà un decennio o più prima che il Nepal possa diventare uno stato membro del CERN. Ma abbiamo già fatto il primo passo in questa direzione".
Benedikt Vogel (pubblicato il 20. 5. 2014)

  • Va per il mondo con gli occhi aperti: l'esperta in communicatione del CERN Abha Eli Phoboo porta la fisica delle particelle in Nepal.
  • Abha Eli Phoboo.
  • Va per il mondo con gli occhi aperti: l'esperta in communicatione del CERN Abha Eli Phoboo porta la fisica delle particelle in Nepal.Immagine: B. Vogel1/2
  • Abha Eli Phoboo.Immagine: B. Vogel2/2

Categorie

  • Fisica delle Particelle Elementari
  • Particelle elementari